Consigli Android: Mettere in sicurezza il vostro Smartphone

Lo Smartphone Android è soggetto ad attacchi provenienti da molteplici fonti, dai borseggiatori al malware, dagli errori umani alle mogli sospettose. E’ necessario attivare tutte le difese di sicurezza per proteggere lo smartphone, nel limite del possibile, perché purtroppo non può essere del tutto “perfettamente al sicuro”.

Tuttavia si possono individuare, di seguito, 6 modi per proteggere lo smartphone al massimo.

Blindare il vostro Smartphone Android.

Il vostro smartphone contiene le chiavi di accesso al proprio regno. Sicuramente non intendete consentire l’accesso alle vostre mail, messaggi, contatti, calendari, documenti foto o ogni altra informazione privata a chiunque trovi ( o rubi) il vostro cellulare. Pertanto oggi andiamo a scoprire alcune modalità che permettono di proteggere i dati contenuti nel proprio smartphone.

Bloccate il vostro cellulare nel caso non l’abbiate già fatto. Certo, è fastidioso doverlo sbloccare ogni volta che si vuole fare una telefonata o mandare un sms ma permette di tenere a bada ficcanasi e ladri.  Potete attivare un blocco schermo digitando Impostazioni >Sicurezza>Blocco Schermo ed impostare un codice Pin di 4 cifre, una sequenza o una password. Se lo smartphone dispone di un lettore di impronte digitali, si può allenare il proprio dispositivo a riconoscere uno o più dita. Nelle opzioni di Blocca Schermo, è possibile impostare un timeout per controllare quanto rapidamente si blocca il telefono , nel caso non venga rilevata nessuna attività.

Android Smart Lock vi libererà da alcuni fastidi inerenti allo sblocco del telefono. Si è reso disponibile sin dalla versione Android 5.0, rilasciata alla fine del 2016. Con Smart Phone Lock inserito, il vostro dispositivo si sbloccherà, in presenza di alcune condizioni che si dovrà aver cura di specificare. Per abilitare il funzionamento di Smart Lock in determinate condizioni, è necessario selezionare: Impostazioni>Sicurezza>Smart Lock. Quindi inserire il Pin per accedere alle opzioni.  Le opzioni includono:

  • Rilevamento dell’utente in movimento tramite appositi sensori
  • Luoghi affidabili in base a determinati luoghi tramite dati di localizzazione inviati dal GPS
  • Dispositivi affidabili quando si trova in prossimità di specifici Router WiFi o dispositivi Bluetooth
  • Viso affidabile riconosciuto tramite fotocamera cellulare e
  • Riconoscimento vocale

Avrete già potuto costatare che nessuna di queste opzioni garantisce una sicurezza perfetta. La più fragile è quella relativa al “rilevamento dell’utente in movimento”. Smart Lock non è in grado di rilevare se il telefono è in movimento tramite il suo effettivo proprietario oppure tramite un ladro. Luoghi come ad esempio il proprio domicilio o l’ufficio sono sicuri solo se inerenti a spazi pubblici, potreste non desiderare di avere il vostro telefono sbloccato, quando circondati da colleghi o dai coinquilini con i quali condividete la vostra casa. Stesso dicasi per i dispositivi. Trovo l’opzione Bluetooth utile per sbloccare il telefono quando salgo in macchina.

I luoghi definiti dal GPS coprono un’area in un blocco. Se dovesse risultare troppo vasta per le vostre comodità, ci si potrebbe orientare verso l’opzione dei dispositivi. Smart Lock è in grado di rilevare dispositivi nel raggio dai 30 ai 100 yard. Se anche questa possibilità dovesse risultare troppo vasta, si possono prendere in considerazione i tag adesivi NFC. Il loro prezzo è di 12 euros per un lotto da 20 pezzi. Si possono posizionare ovunque. Basterà avvicinare la fotocamera del vostro cellulare a questo tag adesivo entro una distanza di 20 cm ( circa 8 pollici) e il cellulare si sbloccherà.

Per impostare il riconoscimento facciale, sarà sufficiente una sola “foto segnaletica”, fatta tramite la fotocamera del vostro cellulare. Tuttavia è opportuno fare, in modalità di allenamento “riconoscimento facciale”, più foto a varie distanze e in diverse condizioni di luce. Se si portano occasionalmente gli occhiali, è bene includerli in una o più foto. Quando si viaggia, il riconoscimento della voce può risultare una opzione utile. E’ facile impostare il riconoscimento vocale. Basterà pronunciare 3 volte, con l’abituale tono di voce, la parola ” OK Google”.

E’ necessario tuttavia avere la consapevolezza che un riconoscimento vocale potrebbe essere ingannato da una registrazione e un riconoscimento facciale con una foto. Dopo il rilascio del Samsung Galaxy S8, un utente ha scoperto che un selfie in un altro telefono ( anche la foto di un profilo Facebook) potrebbe ingannare la funzione di sicurezza del riconoscimento facciale sul Samsung.

Individuare, bloccare o disabilitare un telefono smarrito.

Ora avete protetto il vostro telefono contro possibli incursioni da parte degli intrusi che possono accedere fisicamente al vostro telefono. Tuttavia avete comunque smarrito il vostro telefono. Non scoraggiatevi! La funzione di Android ” Find my Device” può aiutarvi a ritrovarlo e se non fosse ricuperabile, potreste eliminare i contenuti da remoto.

Digitare Impostazioni >Google>Sicurezza quindi attivare queste due impostazioni  “localizzare questo dispositivo da remoto” e ” Consentire blocco da remoto e cancellazione”  Ora in caso di smarrimento del telefono, è sufficiente andare sulla pagina di Google  Find My Device tramite un altro telefono o computer e inserire le credenziali del proprio account Google. Finché il telefono è acceso (e la batteria regge), potrete localizzarlo su una mappa, farlo squillare per un massimo di 5 minuti, bloccarlo e fare apparire un messaggio sulla schermo bloccato oppure cancellare i suoi contenuti da remoto.

Ho utilizzato questa funzione una volta quando avevo smarrito il mio telefono. Ero stato in grado di capire che il telefono era rimasto al ristorante dove mi ero recato un’ora prima. Contattai il ristorante e mi confermarono che il mio cellulare era stato consegnato dal cameriere. Inoltre non ero affatto preoccupato dall’intervento di possibili ficcanasi perché era stato bloccato con un codice PIN. Questa funzione torna utile anche nel caso si sia perso il telefono sotto il cuscino del divano e la suoneria è impostata in modo silenzioso. L’opzione”Squilla” farà suonare il cellulare a pieno volume, indipendentemente dalle impostazioni effettuate.

Proteggere da malware su dispositivi mobili

Ora torniamo al malware. Leggo regolarmente di storie che segnalano spiacevoli episodi di malware su Android e nel 99,9% dei casi, si riconducono ad applicazioni installate da sospetti Store di Applicazioni di terza parte, in Cina. Il primo modo di protezione contro questo flagello è quello di installare, sul proprio telefono, applicazioni provenienti unicamente da Google Play Store. Per abilitare questa protezione (che potrebbe essere impostata per default), digitare Impostazioni>Sicurezza e disattivare la voce ” Fonti sconosciute” portandola su Off. Se c’è la necessità di scaricare un’App Android da un’altra fonte affidabile come ad esempio Amazon, sarà sufficiente commutare temporaneamente la voce “Fonti sconosciute” su On per poi tornare a disattivarla, un volta completata l’operazione.

Google si attiva diligentemente nello scansionare e verificare le applicazioni, ma in rare eccezioni, il malware può comunque infilarsi. Pertanto sarebbe importante che anche dal proprio telefono, si possano effettuare operazioni di scansione e di verifica delle Applicazioni.

Per effettuarlo, digitare Impostazioni>Google>Sicurezza>Verifica App, quindi attivare la funzione di ” Scansione dispositivo per minacce di sicurezza”. In questo modo, Android osserverà cosa fanno le App in tempo reale e bloccherà le attività sospette.

Mantenere Android aggiornato è vitale.

Solitamente, Android avverte quando un aggiornamento è disponibile ma si può, in ogni momento, verificare digitando Impostazioni>Informazioni sul telefono>Aggiornamenti di sistema. Quando si riceve un avviso dal fornitore di servizi riguardo agli aggiornamenti disponibili, è opportuno provvedere alla loro installazione quanto prima.

I siti di phishing e le email possono scaricare, avostra insaputa, malware sul vostro cellulare. Su Chrome mobile, si può attivare la modalità “Navigazione sicura” per individuare i siti canaglia e impedire il loro accesso. Sarà sufficiente aprire il browser, toccare il pulsante di menu a tre punti nell’angolo in alto dello schermo, digitare Impostazioni> Privacy quindi assicurasi che la funzione “navigazione sicura” sia impostata.

Non ho ritenuto (ancora) necessario un’applicazione anti-malware sul mio cellulari Android.

Si possono reperire su Google Play Store le suite di sicurezza più popolari e idonee per versioni mobili, come Avast, Norton, Bitdefender e altri. Scegliete ed installate la vostra preferita per poter usufruire di una protezione aggiuntiva.

Leggi di più:
Miglior Antivirus
Miglior Antivirus Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *